La voce di Fiammetta Giugni per il Sabato Santo

di Antonio Devicienti

La generosità di Fiammetta regala a Via Lepsius un nuovo inedito, da lei composto nelle ultime ore; penso che, indipendentemente dal fatto che si sia credenti o no, la voce così peculiare ed originale di Fiammetta sappia invitarci alla meditazione.

L'infinito

Mario Giacomelli: L’infinito (da un portfolio dedicato a Giacomo Leopardi)

 

 

Per il Sabato Santo

al sepolcro
cerco un riparo di tempo
dentro la tua morte
per vegliarti
per coniugarti in parola
(così come si edifica la poesia:
vestendo di lacrime limpide 
il vuoto)

adesso tutto il tuo cammino
è un distacco di silenzio
da seguire:
umano e divino muti
e immobili
e sordi a ogni preghiera

qui dove nessuna fede mi sorregge
qui dove solo il pensiero di perderti
è mia saldezza 
vorrei non più sapere che risorgi
vorrei bendarti di infinita assenza