Sonetti dei destini 9

di Antonio Devicienti

 

callas_medea_pasolini

 

Contro la volgarità, contro la stupidità: per Maria Callas

 

La volgarità, l’umido gocciare.
Sublime Δεσποινή, maravigliante.
Nausicaa Atena Saffo poi Calipso
Βασίλισσαι di voce in Voi stellare.

Tutte in Voi respiravano lo stare
dentro il corpo del cosmo ch’è cantare
la bellezza se spezza il meditare
dei cristalli in frantumi argenteee sciare

come di casta diva a inabissarsi
negli occhi di Medea l’infelice
amori inseguendo senza catarsi.

Costringeste la Scala a inginocchiarsi
soggiogata a Voi innanzi, essa felice,
della volgarità Voi spregiatrice.

 

 

medea_callas_pasolini