A Gianmario Lucini

di Antonio Devicienti

alla sua fede nella parola poetica e nell’impegno civile.
Molti di noi avevano ricevuto ieri il suo invito a riflettere sulle ultime parole di Reyhaneh Jabbari.
Da Via Lepsius piango un amico ed un uomo entusiasta della vita e della bellezza. Un abbraccio alla sua famiglia.