Perìgeion (Lettere dal mondo offeso)

di Antonio Devicienti

 

 

gatto-binari

 

 

SU QUESTO TRENO PER OSLO:
potessi salire su questo treno
che ferma ad Oslo
(davanti alla fabbrica di chiodi)
ci fosse questo treno per Oslo
dove sedendosi la gente dice “buongiorno”
e la gente seduta risponde “buongiorno”
potessi starmene nelle ore belle del viaggio
a ricordare i vicoli del Sud
e le città sui mari
e le vecchie sezioni del P.C.I.
e chiacchierare
(fino alla soglia della fabbrica di chiodi)
con i poeti squattrinati del XX secolo
(solo con loro, però).

Ma esiste davvero questo treno per Oslo, è un libro di Christian Tito che si chiama LETTERE DAL MONDO OFFESO, lo pubblica l’Arcolaio e verrà presentato domani alla Libreria del Mondo Offeso di Milano. Questi versi (che qualcuno definirà nostalgici e passatisti, ma della cosa non m’importa un bel nulla) sono dedicati a Christian e al ricordo di Luigi Di Ruscio. E anche a Francesco Marotta, silenzioso maestro.