(Segnalibri) “Discorde” di Nanni Cagnone

di Antonio Devicienti

 

Un’opera ricca, complessa e composita, sottesa da un pensiero acuminato e da una cultura vastissima, scritta con uno stile che esalta e fa splendere la bellezza della lingua italiana, un’opera spesso polemica di un autore fondamentale per la cultura italiana degli ultimi decenni. Un libro direi irrinunciabile che insegna a rifiutare i luoghi comuni e le facili etichettature, discorde anche per la cura nei confronti di una lingua come la nostra costantemente offesa e maltrattata. Anche per ricordare l’innovativo, ardito progetto che fu Coliseum.

Segnalo la recensione di Marco Ercolani su Perìgeion qui.

 

Scheda Discorde:Discorde_Scheda