Notturno a Lisbona (tema: “come” e “blu”)

di Antonio Devicienti

 

estuaire_bleu

Maria Helena Vieira da Silva: Estuaire bleu.

 

Una casa stretta e alta come questa
dipinta di vento
eco dal fiume
l’ultimo eléctrico della sera.

Due miti coltelli come un ricordo
appoggiati sulle ginocchia
del tavolo
e come prefigurazione del futuro:

un blu che sale sale sale
i coltelli lo tagliano come fette di pane
ne sagomano piastrelle in fiori e figure.

Come invade e soggioga lo sguardo
una città come questa –
costringe la mente a farsi tutta sguardo.

 

dislocation_du_labyrinthe

Maria Helena Vieira da Silva: Dislocation du Labyrinthe.