10 testi: 1

di Antonio Devicienti

 

Josef Sudek: natura morta.

 

 

Tacere dentro duro, necessario silenzio:
saccheggiare tutti i bicchieri dell’assenza
tutti i colori della neve
tutto l’alcool della solitudine:
l’enigma, irrisolto, illumina
e pulsa cuore del pensare –
tersissimo il cielo.
Perché tutta questa gente aspira al titolo di “poeta”?
E i mercatanti che sbeffeggiano gli apprendisti stregoni dell’arte.
E i banchieri che decidono le sorti del mondo.
Colta raffinatezza degli onanisti
della letteratura mentre nottetempo
inchiodano la carcassa della volpe
alla porta del paese.