Scrittura e soglie

di Antonio Devicienti

 

ohne titel 2007

Christiane Löhr: “ohne Titel”, 2007.

 

Scrittura è lenta, paziente costruzione. Vi entra il brusìo del mondo, ma non il rumore del mondo ridotto a mercato.
Scrittura è lento, paziente apprendistato (che mai ha termine).
Sua valenza politica è questa custodia della lingua (delle lingue stratificati universi), questo suo appartenere alla città da percorrere con sguardo libero.
Scrittura è stare sulla soglia per accogliere, è presentarsi, discreti, su soglie altrui chiedendo accoglienza.
Permeabile argilla, porosa pietra, carta che con dolcezza si lascia segnare, legno, lamina di rame inclini a lasciarsi incidere.