Via Lepsius

concatenazioni, connessioni, attraversamenti, visioni

Mese: aprile, 2019

Il bianco (il silenzio)

 

Christiane Löhr: “ohne Titel”, 2007.

 

 

 

Prima e dopo ogni parola scritta c’è il bianco, cioè il silenzio. Occorre avere sacro timore per ogni spazio bianco, perché ogni nuova parola posata sulla pagina (o detta) viola e ferisce il bianco che, accogliente e generoso, indifeso, si lascia segnare dalla scrittura (dalla voce).
Soltanto la superficialità e l’incuria, la cieca violenza e l’arroganza non si accorgono dell’innocenza del bianco (del silenzio), lacerandola con la loro oscenità.
Lo stupro del silenzio (del bianco) va assumendo proporzioni devastanti. Se ne vedono le conseguenze nei rapporti interpersonali, in politica, in letteratura.

 

 

 

 

 

Mari della mente

 

Christiane Löhr: “ohne Titel”, 2007.

 

I mari della mente s’aprono e si chiudono con spasmi di pensiero innamorato gridano sas janas golpeando con lunghissimi capelli onde sepolte nei millenni undae nigrae che volitanti furenti su sé stesse s’abbattono nigredo d’opra che si cerca e si vuole luce senza chiarìa parola senza suono la morte collassa nella nascita e la nascita nella morte il mare nero splende di buio chiama il nome ch’è l’invisibile impronunciabile – ma che è.

Ed ecco mi confondi: hai dolcezza di pesca e ti ritrai: ti lasci intuire e i frutti splendono nei loro contorni di sfera: mi guardi da uno spazio come velato (ti sveli nel nocciolo, nella polpa, nel doppio mallo o callo): t’allontani e sei così vicina (o vicino): sei lo spazio tra: non mostri, non proclami, ma tacendo dici: è la distanza tra qui e lì, tra parte e intero: sei la luce oscura da: voglio somigliarti, ma non so farlo: dov’è il coltello che aprì il frutto, il desiderante pudore del tuo stare oltre: mi confondi, mi commuovi, mi avvicini mentre resti lontana (lontano).

 

 

Anche per il 25 aprile 2019 Via Lepsius ci sarà

 

 

Il 25 aprile accade ogni giorno: Via Lepsius vuole essere ogni giorno presente a ricordare e a combattere per un’Europa libera e accogliente.