Via Lepsius

concatenazioni, connessioni, attraversamenti, visioni

Mese: Mag, 2019

Ancora su W. G. Sebald

 

 

Continuando a riflettere sull’opera, per me irrinunciabile e determinante, di Sebald, propongo un mio intervento che ho da poco pubblicato sulla Dimora del Tempo sospeso.

 

 

 

 

Sul concetto di “realismo” in letteratura

 

Christiane Löhr: “ohne Titel”, 2007.

 

 

Sebald dispiega una complessità sintattica e una ricchezza lessicale che, programmaticamente, si oppongono e alla sciatteria di molte scritture e all’equivoco, in cui incorrono numerosi autori, di voler addivenire a una “mimesi del reale”; Sebald dimostra, al contrario, che complessità di strutture narrative e sintattiche e vastità di patrimonio lessicale additano e condannano certe bassezze e banalità del reale, un qual certo arrendersi della letteratura di fronte a frange del reale – le strutture narrative e sintattiche insieme con le sprezzature lessicali più fini e inventive sanno diventare, invece, strumenti di comprensione e di giudizio.
Quella sebaldiana è una forma modernissima ed efficace di realismo proprio perché Sebald riaffida al linguaggio nella sua espressione scritta (saggistica, narrativa, poetica, anche tutte e tre insieme) il dovere di essere pensiero vigile e critico.

 

 

 

(Segnalibri): Stefan George, Gedichte / Poesie (primo volume)

 

Un grazie (caloroso, amichevole, commosso) va a Marco Albertazzi e a Nanni Cagnone (ognuno di loro sa perché).

 

 

 

 

 

L’appello di Wolfgang Tillmans per l’Europa

 

Wolfgang Tillmans: Italian Coastal Guard Flying Rescue Mission off Lampedusa, 2008 (Ink-jet print).

 

Via Lepsius fa proprio e diffonde l’appello dell’artista e fotografo Wolfgang Tillmans Vote together

Nei giorni scorsi Olafur Eliasson aveva appoggiato dal suo sito l’iniziativa.

 

 

 

Vota antifascista

 

 

Via Lepsius accoglie e fa proprio l’appello dell’ A.N.P. I. per le imminenti Elezioni europee.