Via Lepsius: notte

di Antonio Devicienti

 

 

al volgere della notte tra 24 e 25 ma è un popolo umiliato e ingannato (quanto sangue, quanto strazio perché quel popolo cominciasse ad aprire gli occhi!) al volgere delle ore tra un sabato e una domenica ma gli allarmi aerei non finiscono non finisce l’osceno massacro

al volgere della notte – 25 numero destinale – l’indegnità del potere, l’oscenità delle braccia tese: comincia il riscatto, ma quanto sangue ancora, quante menzogne

quante menzogne a trascinarsi fin qui, fin dentro questo tempo della Repubblica