Via Lepsius

concatenazioni, connessioni, attraversamenti

Categoria: dalla Dimora del Tempo sospeso

Soumaïla Goco Tamboura contempla la falesia

 

 

Egli canta la falesia, il villaggio e l’acqua nascosta: in tal modo essi esistono.

Io, straniero, la mia ragione d’Occidentale rinchiusa nella scatola cranica, vedo solo rovente pietrame e la miseria del villaggio.

Egli canta l’universo di sopra e di sotto, degli spiriti e degli eroi, asce sapienti ad aprire i cammini in verticale, il cuore battente della montagna, la gola spalancata per l’acqua a inabissarsi nella sete degli uomini.

Io, straniero, le dico superstizioni, non so vederne la vitale necessità. Non so vedere.

Egli canta l’ospitalità della terra, la voce del vento, la presenza degli spiriti in creature animali sapienti. Egli non ha mai visto il mare, il suo universo s’intesse di canti, segni e gesti, di cieli, sogni e premonizioni.

Io, straniero, guardo arbusti disseccati, muri d’argilla. Ma non vedo.

 

(per Yves Bergeret, instancabile viaggiatore, poeta amico di poeti, che mi insegna a vedere)

 

Per approfondimenti consultare la Dimora del Tempo sospeso e Carnet de la Langue-Espace.

 

 

L’ora contro: frammenti per un omaggio alla scrittura di Domenico Brancale

 

Domenico Brancale in una fotografia di Héloïse Faure.

 

Sulla Dimora del Tempo sospeso, in  “Per il decennale di Rebstein, 14”, un mio omaggio alla poesia di Domenico Brancale.

 

 

Per il decennale della “Dimora del Tempo sospeso”

 

 

Via Lepsius ha fin dall’inizio della propria attività “in rete” sentito e nutrito un forte legame con la Dimora del Tempo sospeso di Francesco Marotta e delle persone che, negli anni, lo hanno affiancato; il 10 agosto 2017 segnerà il decimo anno di attività della Dimora e desidero mettere in evidenza l’interessante iniziativa proposta a questo “link” –  ribadisco che, per me, la Dimora e la persona di Francesco Marotta rimangono punti di riferimento (politico, etico, culturale) ineludibili e fondamentali.

 

 

Dalla “Dimora del Tempo sospeso” una lezione d’impegno politico e civile

 

 

Dalla Dimora del Tempo sospeso una nuova presa di posizione contro i rigurgiti di fascismo e di autoritarismo che continuano a uccidere esseri umani e che seguitano a percorrere un’Italia che appare sempre più indifferente ai temi dei diritti individuali e civili, dell’inviolabilità della persona e dell’inalienabilità delle libertà democratiche.

 

 

Carena: il poema della parola che accoglie

Grazie, Francesco. E con la speranza che la scrittura possa e sappia essere presenza di civiltà e di pace.

La dimora del tempo sospeso

Peinture de Soumaila Goco Tamboura

View original post 401 altre parole