Via Lepsius

concatenazioni, connessioni, attraversamenti, visioni

Tag: Pierre Tal Coat

Seguire

 

Pierre Tal Coat: Vol d’oiseaux I, 1959, litografia.

 

Sommessamente seguire tracce, segnali minimi, bagliori improvvisamente accesisi. Costruire una poetica (un’etica)  dell’attenzione, della pazienza.

 

 

 

 

 

Via Lepsius: dietro lo specchio

 

 

Pierre Tal Coat, litografia del 1976 apparsa sulla rivista “Derrière le miroir”.

 

 

Dietro lo specchio, sulla parete, a fil d’intonaco, dove cominciano i paesaggi del pensiero, dove s’avviano le traversate e i racconti.

 

 

 

 

 

 

Via Lepsius: Chartreuse de Dormont

 

 

è l’andare la soglia: di qua il paesaggio duramente vastissimo: di là l’interminabile andare (e viceversa).
di qua l’atelier di vetro e di luce: di là l’inesauribile dei nomi (e viceversa).
la soglia sta nell’andare. la soglia È l’andare.

 

 

 

Via Lepsius: sentieri

 

 

Febbrili i cammini di Pierre Tal Coat fessurano l’erranza della mano che disegna.
Il pensiero traccia sentieri.

 

 

 

Andando, sempre andando

 

 

Pierre Tal Coat: Chemin vif, 1978.