Via Lepsius

concatenazioni, connessioni, attraversamenti, visioni

Mese: novembre, 2019

Siamo figli della Resistenza

 

Storia della resistenza

 

Pochissime le Case editrici che seguo con grata fedeltà: Laterza e Quodlibet prima di tutte le altre. Di entrambe acquisto e letteralmente divoro i libri che nutrono la mia vita e la mia scrittura.

Segnalo qui, di Laterza, Storia della Resistenza, autori Marcello Flores e Mimmo Franzinelli.

 

 

 

(Segnalibri) “Figura” di Paolo Fichera

 

 

Frutto di un ostinato lavoro di anni, costruito (mi si passi la metafora) “pietra su pietra” come una cattedrale, si offre ora alla lettura un libro complesso e articolato, materiato di potente terrestrità e di vertiginosi slanci erotici e intellettuali; Figura è attraversamento di regioni magmatiche e ricerca incessante – e difficile, perché condotta servendosi di una materia così insidiosa e al contempo meravigliosa come il linguaggio e i suoi ritmi.
Figura è uno sporgersi sull’abisso di quello che siamo (o che crediamo di essere) e un azzardo della mente e, insisto, del linguaggio, situandosi ben oltre quello che viene comunemente inteso come “poesia”.

 

 

 

Intermittenze della memoria a Sesto San Giovanni

 

 

Forse la memoria è qualcosa di estremamente labile o di modificabile a piacimento – cosa che, in ogni caso, non credo: infatti è un dato di fatto incontrovertibile che a Sesto San Giovanni l’opposizione al fascismo prima e l’attività di resistenza poi (pagata con arresti, deportazioni, uccisioni) abbiano fatto meritare alla città la Medaglia d’oro al Valor militare per la Guerra di Liberazione. Affermare che Auschwitz nulla abbia a che fare con la storia di Sesto lascia come minimo perplessi…

 

 

 

Domenico Brancale in dialogo con Federico Ferrari e Anna Ruchat

 

Molto felice dell’occasione condivido e diffondo:

LampioniAerei dentro la poesia OFF

 

 

 

(Segnalibri): “Nominazioni” di Francesco Marotta

 

 

Esiste una linea di continuità (posso definirla amorosa?) che unisce le persone, gli alleati sostanziali, i libri, i luoghi, anche i tempi (apparentemente differenti o lontani tra di loro).

Ecco: da leggere e rileggere, dalla Dimora del Tempo sospeso:

 

NOMINAZIONI di Francesco Marotta